giovedì 23 febbraio 2017

Lettura di gruppo "Black Friars - L'ordine della Chiave" di Virginia De Winter - Capitoli 6-10


Ciao, come ormai avrete capito, stiamo (ri)leggendo in gruppo tutta la saga Black Friars, scritta da Virginia De Winter. Abbiamo già finito il primo volume, L'ordine della Spada, distribuito fra vari blog ma io e Alice di New Adult Italia abbiamo deciso di proseguire con la lettura e quindi ora stiamo parlando de L'ordine della Chiave. Il progetto è spiegato bene nel post di presentazione.


Come procede la lettura? Io più leggo questi libri e più li leggerei. Abbiamo già portato a cinque i capitoli da trattare settimanalmente ma ogni volta la storia mi rapisce e vengo immediatamente catapultata nella Vecchia Capitale, insieme ad Axel, Eloise e tutti gli altri. Trovo che questo libro sia più scorrevole del primo, forse perché sono più abituata allo stile dell'autrice, così ricco di particolari o forse è proprio più fluente il testo.

Autrice: Virginia De Winter
Titolo: Black Friars. L'ordine della Chiave
Editore: Fazi Editore (Lain)
Data di pubblicazione: 14 luglio 2011
Pagine: 454

Trama:
Avventura, cappa e spada; una storia d'amore passionale e tempestosa; storie di spiriti e demoni, vicende di antiche famiglie regnanti, giovani principi e figli di re; atmosfere medievali, ancestrali e cupe. Ma anche storie vere, sotto il velo nero della narrazione. Uno scenario intriso di suggestioni che riecheggiano fra i vicoli di una città affollata di esseri pericolosi e irresistibili, per i quali l’autrice si è ispirata ai fatti e ai luoghi dell’Italia dai suoi albori al mondo contemporaneo. Una società inquietante, rischiarata dalla luce flebile delle candele, dove imperversano sette e confraternite che contaminano l'aria con il loro influsso malefico. Questo il mondo che Eloise Weiss si trovava ad affrontare ne L'ordine della spada: ma dov'è che tutto ha inizio? Axel Vandemberg, giovane erede al trono di Aldenor, non è altro che una matricola il cui sogno è diventare un giorno Duca dell'Ordine della Chiave, conquistando prestigio e rispetto. Ma la carica è ricoperta da Rafael Valance, sul quale all'improvviso ricadono i sospetti per l'omicidio della fidanzata Emelyn. Il primo assassinio di una lunga serie. Storie dell’orrore prima di andare a dormire. Storie che si raccontano ai bambini, storie malvagie con un fondo di verità. Virginia de Winter riporta in vita il lato oscuro delle favole, la loro grottesca bellezza e l’ancestrale terrore che sono capaci di suscitare.

Premessa: Questo post contiene SPOILER! Non posso non raccontare cosa succede quindi se non siete ancora arrivati a questo punto fate attenzione.




Commento ai capitoli da 6 a 10

Axel riceve un invito per partecipare a un ricevimento nel palazzo di Belladore e viene convinto da Bryce ad accettarlo, nonostante capisca che la rediviva non voglia solamente ringraziarlo per aver salvato la sua protetta, Alise. Lui è anche il principe erede al trono e quindi la sua importanza politica futura fa gola a molti, compresa Belladore che da sempre ha influenze altolocate.
Appena arrivato però viene subito intercettato da una cortigiana umana e irriverente, Elenoire che, con l'aiuto di un musicista redivivo dalle doti eccezionali e di Rafael Valance, l'attuale Dura dell'ordine della Chiave, lo fa fuggire senza essere intercettato da Belladore. Viene messo in guardia sulla rediviva e sui suoi scopi sordidi e inizia a esserci della stima reciproca fra Axel e Rafael.
Le grandi finestre erano rivolte a occidente, così il tardo sole del pomeriggio entrava in fiotti freddi e dorati e il pulviscolo delineava i fasci di luce con un nitidore quasi doloroso per lo sguardo.Oro che pioveva dappertutto intorno a lui, improvvisamente muto e con la gola che doleva per la stretta di un'emozione improvvisa. 
Proprio attorno al nome di Valance continuano a esserci molti pettegolezzi, anche perché la morte di Emelyn è quantomai sospetta. Si inizia a mormorare di un coinvolgimento proprio del Duca della Chiave e di una sua relazione con la gemella della ragazza uccisa. 
Anche i misteriosi omicidi continuano a imperversare nella Vecchia Capitale, colpendo non solo più redivive ma anche giovani fanciulle e continuando ad avere qualche riferimento alle fiabe classiche.

Axel sente moltissimo la mancanza di Eloise e comincia a non dormire bene, tormentato da strani incubi. Inoltre è molto irascibile e il suo temperamento inizia a essere troppo esagerato, destando preoccupazioni in familiari e amici.
"Axel?". Da che aveva ricordi, la prima cosa che Eloise faceva, appena sveglia, era chiamare il suo nome.
Ma lo aspetta una magnifica sorpresa: insieme al pacco spedito da casa arriva Eloise che, dietro molteplici promesse si ferma per qualche giorno nella Vecchia Capitale.
Così Axel riesce a placare almeno un po' l'inquietudine che ultimamente lo assale, godendo della compagnia della sua amata e rinsaldando il rapporto.

L'ultima sera di permanenza della ragazza vanno tutti insieme a un ballo dello Studium, presso il Collegio di Narbonne dove, complici Gilbert Morgan e Alise, la nostra coppia ha il primo vero litigio.
Non credeva sarebbe stato in grado di sopportare l'idea che Eloise fosse davvero in collera con lui: i brevi litigi che avevano avuto si erano spenti sul nascere al primo accenno di sofferenza sul volto dell'altro. 
Sto amando questa rilettura anche perché riesco a cogliere meglio diversi particolari. Ad esempio in questi capitoli vengono spiegate bene le varie Fraternitas e la vita degli scholares. Ne ho capito meglio la struttura, così come la storia e la politica. Anche se poi la parte che mi fa palpitare riguarda sempre Axel, il suo tormento e la sua passione.

Inoltre qui iniziamo a conoscere un altro personaggio che adoro, Stephen, che ci viene presentato insieme alla storia dello specchio della figlia del Cartaio, veramente suggestiva.
Tra Bryce ed Eloise c'era quel tipo di stima reciproca che la gente era solita associare a eccentrici attempati o a soggetti affetti da qualche disturbo mentale.
Ma in generale tutti i personaggi secondari sono descritti bene, io sono particolarmente colpita da Rafael, misterioso e affascinante. 

Non vedo l'ora di proseguire la lettura, questa storia mi appassiona e mi coinvolge come poche altre.
E a voi che effetto fa?


Vi lascio il calendario e vi invito se non ci siete ancora a iscrivervi al gruppo aperto di facebook dove parliamo e ci sfoghiamo insieme. 

Giovedì 16 febbraio • Capitoli 1-5 • Blog New Adult Italia
Giovedì 23 febbraio • Capitoli 6-10 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 2 Marzo • Capitolo 11-15 • Blog New Adult Italia
Giovedì 9 Marzo • Capitolo 16-20 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 16 Marzo • Capitoli 21-25 • Blog New Adult Italia
Giovedì 23 Marzo • Capitoli 26-30 • Blog La lettrice sulle nuvole
Giovedì 30 Marzo • Capitoli 31-35 • Blog New Adult Italia


Se invece volete sapere la mia opinione sul primo libro, L'ordine della Spada, qui c'è la mia recensione.

Aspetto le vostre impressioni su questi capitoli, alla prossima settimana sul blog di Alice!


mercoledì 22 febbraio 2017

Recensione "Prova a sfidarmi" di Rebecca Shea

Ciao a tutti, oggi vi parlo di questo libro che ha seguito l'iter dell'autopubblicazione tramite il sito Babelcube. Per me è una cosa bellissima, chissà se magari riusciremo ad avere anche qualche finale di serie interrotte...

Autrice: Rebecca Shea
Titolo: Prova a sfidarmi
Data di pubblicazione: 21 dicembre 2016
Pagine: 260
Serie: #1 Dare Me

Trama:
Cinque colleghi di lavoro.
Quattro drink.
Tre sguardi.
Due sorrisi fugaci.
Una sfida.
Una sfida che cambierà la mia vita.
Questo è tutto ciò che serve per farmi finire tra le braccia del misterioso Holt Hamilton.
Dietro ai suoi occhi azzurro chiaro si nasconde un segreto, uno che grida pericolo ma che mi attrae comunque.
Sono Saige Phillips.
Non mi tiro mai indietro davanti a una sfida.


Questo libro mi ha incuriosito da subito, è un romanzo erotico anche se ha contenuti abbastanza soft ed è molto scorrevole.


Saige è una ragazza fragile che sta cercando di costruirsi un futuro a Chicago. Dieci anni prima ha subito un forte shock e gli incubi la tormentano ancora. Ha iniziato a lavorare presso una grande azienda e prova una forte attrazione per il suo capo, Holt, e anche se sa che è sbagliato non riesce a resistergli. Complice una sfida, non riesce mai a tirarsi indietro, ottiene un appuntamento con lui e scopre che è un uomo adorabile, il suo ideale.
E' completamente diversa da come mi aspettavo. Alta e snella. Capelli scuri e carnagione chiara. Gentile e ambiziosa. Eccezionale e misteriosa. Squisita. E' la perfezione.

Per Holt il lavoro è tutto, deve riscattarsi da un'onta ereditata dal padre. O almeno lo è finché una ragazza dalle gambe lunghe non lo sfida, invitandolo a uscire. Lui sa che non dovrebbe frequentarla, ma è più forte di lui, l'attrazione fra i due è magnetica. Il suo problema è che presto quella fiamma si trasforma in qualcosa di più.

Holt Hamilton. L'uomo più sexy che abbia mai visto e il vicepresidente della Jackson-Hamilton Aviation - fondamentalmente il mio capo. Alto un metro e novanta, potrebbe essere il fratello gemello di Hanry Cavill. Con straordinari occhi azzurri e capelli scuri acconciati all'indietro, è la perfetta combinazione tra un uomo d'affare e un modello.
Sì, abbiamo la ragazzina ingenua e l'imprenditore miliardario, trito e ritrito. Ma non da per niente fastidio e soprattutto non mi è sembrato di rileggere cose già troppo viste.
Le pagine scorrono via velocemente, lo stile dell'autrice è decisamente fluido e i POV alternati fra i due protagonisti permettono di immedesimarsi bene nella storia.
"Non ti sfiderei mai a fare qualcosa che credo ti ferirebbe. Inoltre, ho imparato che hai molta difficoltà a dire di no a una sfida".
Il colpo di scena finale però è capibile dal prologo e spesso mi sono chiesta se quest'aura di mistero non fosse troppo esagerata.

I personaggi sono caratterizzati molto bene anche se ammetto che entrambi i protagonisti non mi sono stati simpatici per nulla. Saige è una ragazzina viziata, tutti le camminano intorno in punta di piedi per non urtarla e lei fa delle scenate accettabili solo dai bambini di tre anni. Si crede in diritto di offendersi per tutto solo per il suo passato; ha subito un trauma ma non è stato così pessimo in tutto. Ha parenti e amici che la amano, una casa in cui tornare e il lavoro dei suoi sogni. Un po' troppo volubile. 
Holt invece non mi è piaciuto per la troppa perfezione. So che questo è un limite mio, ma io quelli giusti, bravi, belli, buoni ecc proprio non li reggo, mi danno il prurito. A parte l'avvenenza, #quantohotèHolt è più che mai azzeccato, mi è sembrato un cucciolino indifeso. Due difettucci, anche solo caratteriali ecco, me l'avrebbero reso più godibile.
Tiro un respiro profondo e calmante, decidendo che è meglio non dire niente. A volte, non ci sono parole abbastanza adeguate per descrivere ciò che si prova. 
Invece i personaggi secondari li ho apprezzati tutti. Anche in poche righe l'autrice è riuscita a delineare personalità diverse, a modo loro tutte importanti. Li ho apprezzati tutti, Isaiah, Emery, Kinsley, Rowan, Jack, Joyce.

Un altro pregio da riconoscere all'autrice è che questo libro è autoconclusivo. Anche se viene indicato come il primo di una serie non lascia per niente in sospeso, ha una sua conclusione netta. Cosa rara soprattutto in questo genere.
Il mio corpo reagisce al suo tocco in modi che non mi sarei mai aspettata.
Ho scoperto un'autrice che mi piace molto, sicuramente se pubblicherà altro in italiano la leggerò. Un libro piacevole che, nonostante l'apparenza, si è rivelato diverso dai soliti.

Vi ispira? Cosa ne pensate degli autopubblicati?


martedì 21 febbraio 2017

Spazio al self - Prossimamente - Segnalazioni

Ciao, una passata veloce per lasciarvi qualche segnalazione...


Titolo: "Luc", primo volume della serie "Ladri del Cielo".
Autore: Elena Sole Vismara.
Genere: Paranormal Romance.
Pagine: 236.
Prezzo: 1,99€ l'ebook, 9,85€ il cartaceo.
Formato: Ebook e cartaceo.
ISBN cartaceo: ISBN-10: 1542524881 ISBN-13: 978-1542524889
ISBN ebook: 9788822885647
Data di uscita: 10/1/17
Pagina autrice: https://www.facebook.com/ElenaSoleVismara/

Trama:
"Una bella vacanza prolungata in Costa Azzurra è proprio ciò che ci vuole per riprendersi da un periodaccio: sole, spiaggia, relax… Insomma, tutto ciò che serve per mettere l'anima in pausa e cancellare dolori e delusioni!
È di questo che si è convinta Irene quando si mette al volante, diretta verso una deliziosa località turistica incastonata tra la montagna e il mare della Francia. Ed è proprio così che sembra dipanarsi il suo soggiorno marittimo, tra passeggiate panoramiche, piacevoli giornate in spiaggia e tanto meritato riposo. Diciamocelo: un po' noioso, forse, ma di sicuro disintossicante.
La sua tranquilla routine vacanziera però viene interrotta da quello che si presenta come un personaggio strano e in apparenza pericoloso, anzi: un vero e proprio sociopatico. Uno di quei tipi da cui tenersi ben lontane, ma anche un uomo dal fascino selvatico e tenebroso che sceglie di mostrare a lei, in maniera del tutto inaspettata, la propria vulnerabilità. E con essa, la sua natura così diversa da quella umana.
Attratta e allo stesso tempo consapevole del rischio che comporta l'avvicinarsi a lui, Irene scoprirà che ciò che lei chiama realtà rappresenta solo una piccola parte del mondo. In un gioco delle parti fatto di incomprensioni, gelosie e dibattiti sul limite del filosofico, si troverà a danzare sul filo sottile che separa la luce dall'oscurità, la sicurezza dal salto nel buio… la solitudine dall'amore."

Biografia: Mi presento: mi chiamo Elena Sole Vismara e sono nata in provincia di Lecco, nel marzo del 1980.
Adoro camminare in montagna, sono una kayaker più o meno entusiasta (diciamo, con una bella spinta da parte del mio compagno :D ), adoro truccarmi e soprattutto leggere, leggere leggere.
Nella vita di tutti i giorni sono un ingegnere, ma mi sono cimentata per anni nella stesura di brevi romanzi e racconti, alcuni dei quali comparsi in raccolte pubblicate a livello nazionale: “365 Storie d'amore” e “365 Racconti d'estate”, editi da Delos Books, “Ogni volta è la prima volta” edito da Marsilio per AVIS e "Macerie", edito da Les Flaneurs, i cui proventi sono devoluti alle vittime del recente sciame sismico in Abruzzo tramite la Protezione Civile.
"Luc" è il mio primo romanzo.



Autore: Ledra 
Titolo: L'inganno del cuore (Serie I Bacigalupi – Vol 2) 
Pagine: 200 
Genere: F/M - Romance 
Editore: Self-published 
Formato: ebook e cartaceo 
Uscita: 1 marzo 
Prezzo: 2,99 € 
Dove acquistarlo: Amazon, Amazon Kindle Unlimited 

SINOSSI L'INGANNO DEL CUORE 
L’amore ha da sempre spaventato i fratelli Bacigalupi e Gordiano è il più restio ad aprire il suo cuore. Quando meno se lo aspetta, però, riceve una proposta che non può rifiutare: deve sedurre la figlia di un imprenditore in cambio della realizzazione di un sogno. Che sforzo potrà mai essere per uno come lui, abituato a usare le donne e a non legarsi mai, sposarne una per affari? Eppure Clelia è diversa. La maestra di Yoga, dai gusti nel vestire più orrendi che esistano, lo affascina e attrae come nessuna. Lei sorride e lui reagisce come uno sciocco, lei lo adula e lui si ritrova a gongolare. Qualcosa non sta andando come nei suoi piani e il sentimento bussa alla porta del suo cuore sterile ormai chiuso. A peggiorare la situazione c’è anche il coinvolgimento di suo padre, l’uomo più serio e lontano dall’emotività che lui abbia mai conosciuto, con la buffa zia di Clelia, Annelisa. Non gli rimane che una scelta, quella di scappare. Ma sarà abbastanza veloce per non farsi accalappiare da lei? Oppure è ormai troppo tardi? 
Il secondo romanzo della serie Bacigalupi, i bei fratelli che fanno sorridere e sospirare con le loro avventure sentimentali. 
*********************************************************************************
L’ Autrice :
Con Delos Digital ha pubblicato il racconto Il Ladro per la collana Senza Sfumature, l’antologia I colori dell’eros nella collana Odissea Digital e L’abete perfetto e Il bigamo per la collana Passioni romantiche. 
Con Alcheringa edizioni è uscito sia in cartaceo che in ebook Foulard e... vecchi merletti. 
Nella Dreams collection è contenuto Strage di cuori, crossover della serie I Piloti di cui Puzzle di cuori è il primo volume. 
Un regalo speciale è una novella crossover tra le due serie dell'autrice.
Con lo pseudonimo Ledra Loi ha scritto, a quattro mani, Il cielo è sempre più rosa collana Youfeel Rizzoli. Alcuni suoi racconti sono comparsi in riviste, antologie e blog. 
Pagina Autore fb: https://www.facebook.com/I-libri-di-Ledra-774883469311940/?fref=ts



lunedì 20 febbraio 2017

Recensione "Madame Claudel è in un mare di guai" di Aurélie Valognes

Autrice: Aurélie Valognes
Titolo: Madame Claudel è in un mare di guai
Editore: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione: 9 febbraio 2017
Pagine: 215

Trama:
Ferdinand Brun vive a Parigi, al numero 8 di Rue Bonaparte, ha ottantatré anni e non gli piacciono le persone. Sfortunato dalla nascita – ha perso la mamma e la nonna quando era ancora piccolo –, è cresciuto nel risentimento, diventando introverso e taciturno. Purtroppo con il passare degli anni è addirittura peggiorato e così la moglie lo ha mollato di punto in bianco scappando con il postino, mentre la figlia e il nipotino sono andati a vivere dall’altra parte dell’oceano. Rimasto solo con la cagnolina Daisy, unico essere vivente degno del suo affetto, Monsieur Brun ha deciso di disertare il genere umano e di ridurre al minimo i suoi contatti con gli altri, compresi quelli con la portinaia, la detestata Madame Suarez. Un infausto giorno, la cagnolina Daisy muore e la settimana dopo Monsieur Brun rimane vittima di un incidente. Tutto è contro di lui, e quando la figlia lo mette di fronte all’ipotesi dell’ospizio, non gli resta che accettare l’aiuto di Madame Claudel, un’arzilla signora di novantatré anni, che abita al suo piano. Ma sarà l’arrivo della piccola Juliette, figlia dei nuovi condomini, l’unico evento in grado di scalfire il muro di diffidenza e scontrosità che il vecchio ha costruito intorno a sé.


Adesso ammetto una cosa: questo libro non l'ho chiesto, la casa editrice me l'ha inviato in autonomia, mi ha fatto davvero molto piacere, ma non l'avrei mai scelto. Non amo questo tipo di storie e parto un pochino prevenuta nei confronti degli autori francesi, che credo di non riuscire a capire.
Ho voluto leggerlo ugualmente, apprezzo davvero molto quando mi inviano libri, e poi mi è utile per le mie varie challange. Ma sono partita con aspettative molto basse e, se possibile, sono state persino troppo ottimistiche.

La storia parla di questo vecchietto, Ferdinand, che è il classico burbero a cui non va mai bene niente e non porta rispetto per nessuno. Ho letto altri libri che mi sono piaciuti molti con protagonisti anziani, ma in questo caso la scintilla non è proprio scattata, anzi più andavo avanti meno lo sopportavo. Capisco che è difficile partire da un personaggio antipatico e riuscire a trasformarlo pian piano, ma qui questo cambiamento non è avvenuto.
Neanche l'amore può qualcosa nei confronti di questo personaggio.

Ho trovato quindi difficile farmi piacere la sua storia, entrare in sintonia con lui e sperare per il lieto fine. Tra l'altro un finale decisamente zuccheroso, un filino esagerato ecco.

L'ho letto abbastanza velocemente perché, per fortuna, lo stile dell'autrice è veramente scorrevole ma a fine libro non ne potevo più di nessuno.

In questo caso la prima impressione e il mio istinto hanno avuto ragione. Non è il libro adatto a me.
Voi l'avete letto? Vi piacciono le storie con protagonisti anziani?



domenica 19 febbraio 2017

Intervista con le vamp... blogger - #4 Il segreto di Black Rabbit Hall

Oggi è il 19 e come di consueto io e Dolci torniamo con la rubrica


La rubrica ha cadenza mensile, il 19 e ogni mese risponderemo alle medesime domande, cambierà solo la lettura che potrete scegliere voi fra quelle proposte nel sondaggio in basso.

Questa volta la scelta vostra, fatta con il sondaggio pubblicato sul post del mese scorso, è ricaduta su questo libro:

Autrice: Eve Chase
Titolo: Il segreto di Black Rabbit Hall
Editore: Rizzoli
Data di pubblicazione: 12 gennaio 2017
Pagine: 397

Trama:
Amber Alton sa che il tempo scorre in modo diverso a Black Rabbit Hall, la grande casa di famiglia dove lei, il suo gemello Toby, i piccoli Kitty e Barnes trascorrono le estati e le vacanze. Vacanze all'insegna della libertà, delle corse scalzi sulla spiaggia o tra i boschi. Il tempo a Black Rabbit Hall è immobile, eterno, nessuno fa caso agli orologi e sembra non accada mai nulla. Eppure una notte tempestosa qualcosa succede, qualcosa di terribile, e niente più è come prima. Sono passati oltre trent'anni quando Lorna arriva a Black Rabbit Hall, decisa a sposarsi in Cornovaglia, in una di quelle maestose e austere residenze che hanno il sapore di un'altra epoca. È un incontro col passato degli Alton, un'immersione totale, sconvolgente, nella stagione felice di una famiglia che sembra essersi dissolta tra le sale ormai fredde e umide, i soffitti crepati, le stanze polverose di quella grande casa. È tra quelle camere che Lorna scopre l'urgenza di capire cosa è accaduto a quei bambini e al tempo stesso di trovare risposte al proprio passato, disseppellendo ricordi e immagini della sua infanzia e della madre adottiva, scavando nei segreti che ancora segnano la sua famiglia.Con un romanzo intriso di atmosfere gotiche, Eve Chase ci conduce in un viaggio affascinante nel cuore di due donne, separate dai decenni eppure irrimediabilmente legate in un nodo di misteri e non detti che avvolge ogni pietra, ogni soglia, ogni gradino di Black Rabbit Hall.

L'intervista


D. A quale genere appartiene il libro?
R. Narrativa, per amazon contemporanea. Il libro si sviluppa su due piani temporali, uno abbastanza attuale e l'altro intorno al 1968-1969. C'è anche qualche mistero che viene svelato, i famosi segreti del titolo, ma sono decisamente intuibili e non lo definirei quindi giallo. La parte relativa al passato parla di bambini e ragazzini, ha quindi un qualcosa del romanzo di formazione, ma comunque poco.

D.Cosa pensi dei protagonisti?
R. Ho adorato i bambini della parte relativa al passato.Tutti e quattro. Sono una famiglia, una squadra e il loro affiatamento mi ha intenerita. Ho molto apprezzato anche Lucian, tenebroso ma buono. Nonostante tutto però non ho provato empatia per nessuno. Mi è dispiaciuto per loro a volte ma ho vissuto il tutto con un tiepido distacco. Nella parte relativa al presente ho subito adorato Lorna in quanto un po' pazzarella ma mi è passata in fretta. E' più isterica che estrosa e il suo atteggiamento mi ha infastidita praticamente fino alla fine. Non ho sopportato il suo voler essere trattata da principessina offesa. Mi è piaciuta di più sua sorella e Dill.

D.Personaggio preferito?
R. Assolutamente Toby. Anche quando esagerava e sbagliava io tifavo per lui. E' stato coerente e ha reagito alle avversità in maniera credibile, mi ha reso la storia più divertente.

D. Personaggio più odiato?
R. Anche se Caroline è più o meno una versione femminile di Belzebù secondo me il peggiore rimaneMr. Hugo Alton. Ma cavoli capisco che hai perso l'amore della tua vita, ma sono i tuoi figli e la loro perdita è uguale! Sei il padre e ti comporti come un imbecille egoista. Io non ho mai provato pena per lui, solo rabbia, tutto quello che è capitato è colpa sua.

D. Che emozioni ti ha suscitato la lettura?
R. Per la verità tanta noia. Mi sono stufata spesso durante la lettura, ho dovuto intervallarla con altro altrimenti non l'avrei finita. Troppe descrizioni, troppo lento, tanto sonno. Quando la trama iniziava a prendermi un pochino ecco che c'era il cambio temporale e dovevo ricominciare da capo. Questa volta ho patito molto questa modalità. Ho provato anche un po' di rabbia per le ingiustizie ma le mie emozioni sono state blande, ho vissuto il tutto con distacco.

D. Punti di forza?
R. La relazione fra i personaggi. E' un libro che parla di famiglia e concentra tanto su questo. Il rapporto fra fratelli è qualcosa di straordinario.

D. Punti deboli?
R. Lo stile dell'autrice, il fatto che non è riuscita a coinvolgermi.

D. Come hai trovato lo stile del/della scrittore/scrittrice?
R. Non mi è piaciuto per niente, troppo lento e descrittivo.

D. E' facile entrare in empatia con il/la protagonista?
R. Più o meno. A me non è capitato, con nessuna delle due.

D. Quale aggettivo lo descrive meglio?
R.  Tiepido. Ho adorato la storia ma per arrivarci ho faticato troppo.

D. A chi lo consigli?
R. A chi ama la Morton mi dicono. Secondo me è ideale per chi apprezza i romanzi storici, ricchi di descrizioni. 

D. Quante stelline gli dai?
R. 3, nell'insieme è promosso, soprattutto per il finale. Devo dire che l'ho intuito presto ma mi è piaciuto lo stesso. La storia raccontata è molto interessante quindi per me non è da bocciare. Però ammetto anche che se non fosse stato per l'intervista probabilmente l'avrei mollato.


Niente, sembra che per questa rubrica io non riesca proprio ad apprezzare in pieno un libro, ma non è fatto apposta, giuro! Ho letto diversi pareri e tutti positivi, ero partita con le migliori intenzioni! 
E adesso vi lascio il sondaggio per la scelta della prossima lettura, speriamo bene!




Chissà se a Dolci questo libro sarà piaciuto! Il suo post lo trovate qui

Cosa ne pensate? Come sempre se avete qualche domanda che secondo voi deve essere presente, lasciatemi detto nei commenti.



Aspetto i commenti e soprattutto i voti, mi raccomando!