lunedì 9 ottobre 2017

Parole tra i libri #1

Buongiorno, iniziamo bene la settimana con una nuova rubrica?


Questa rubrica nasce da un'idea di Ely del blog Il regno dei libri e trae spunto dalla biblioteca delle lettere presente nel libro "Io e te come un romanzo". 
Io non ho letto il libro ma in sostanza la rubrica sarà questa: ogni secondo lunedì del mese su ogni blog partecipante troverete una citazione alla quale siamo affezionate o che ci ha colpito particolarmente e sotto ci sarà scritto qualcosa di personale al riguardo: una lettera a un'amica, a un ex, a un familiare, a noi stesse, come fosse una pagina del proprio diario.

Non sarò sola quindi in quest'avventura, ma mi accompagneranno anche:


Pronti a scoprire la mia prima citazione?

La mia scelta è ricaduta su una frase tratta da un libro che sto rileggendo con un gruppo di lettura, La spia del mare di Virginia De Winter. Se mi seguite saprete senza dubbio quanto io la adori e questa frase in particolare è molto azzeccata a come mi sento in questo periodo.


Avrebbe desiderato anche soltanto per una volta fermarsi ad aspettare che qualcuno facesse tutto il lavoro al suo posto; dare per scontato che l’avrebbero protetta, che le avrebbero tolto dalle spalle il peso delle sue responsabilità per il semplice, acclarato motivo che non era in grado di sostenerlo. Per una sola, maledetta volta nella vita avrebbe voluto essere debole.


Caro lettore,
in questo periodo sono proprio esausta. Credo sia così per molte persone e pure spesso, ma l'inizio della scuola per me coincide con un momento di enorme difficoltà. Ogni tanto mi sento sopraffatta dagli eventi e soprattutto dagli impegni che devo rispettare. Mi piacerebbe staccare la spina, almeno per un po' o che arrivasse qualcuno a sollevarmi da tutte queste responsabilità. Quando mi dicono che sono forte e che ce la posso fare so che hanno ragione, lo stesso però ogni tanto desidero di non esserlo affatto. Pensiero meschino che mi fa sentire in colpa, ma purtroppo arriva. Mi consola, e molto, sapere che non sono l'unica a provarlo. La solidarietà aiuta, fa bene parlarne.


*************

Cosa dite, la pensate come me, capita anche a voi? Ma soprattutto vi piace questa nuova rubrica? 
Passate a vedere cosa hanno scelto le altre blogger e io vi aspetto fra un mese.


18 commenti:

  1. Un abbraccio grande grande grande Chiara <3

    RispondiElimina
  2. Hai scelto una citazione che colpisce molto e che davvero ci fa immedesimare, bravissima e coraggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Susy, anche per avermi coinvolta. Adoro

      Elimina
  3. Bellissima questa rubrica. Quella frase l'ho segnata anche io. Capisco il momento che stai passando anche se le mie cause sono diverse perchè quando hai tutto sulle spalle e lo sai che devi farti forza, anche un piccolo sfogo o un pensiero carino fanno prendere una boccata d'aria. Te l'ho detto altre volte e sai che io ci sono! Sei la mia adorata (sadica) vippa, queen, comandante...

    RispondiElimina
  4. Molto, molto carina questa rubrica. Il tuo pensiero credo che rispecchi molte di noi anche in modo diverso, fa nulla, la sostanza è proprio la stessa. Basta il tuo sorriso per capire che ce la farai a superare tutto. Anch'io ci provo. A volte ce la faccio, a volte sbraito e mando tutto all'aria. La pazienza non è mai stata la mia virtù. Ma ci provo. Continuo sempre a provarci ^-*
    P.S. E te pareva che non ci infilavi Virginia ahahahahah ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, fa piacere sentirlo.
      Virginia la infilo anche a colazione!

      Elimina
  5. Mi rispecchio molto in questa frase, mi è capitato più di una volta di sentirmi così, perciò capisco perfettamente come ti senti. E non sei meschina, sei umana. Lo siamo tutti. Ogni tanto abbiamo bisogno di appoggiarci a qualcun altro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! Credo sia una frase adatta a molte

      Elimina
  6. E' come se il fatto di essere forte giustifichi le cose che dobbiamo sopportare, non sai quante volte mi sono sentita così, quasi a non voler più passare per quella forte. Poi passa la notte ed è un giorno nuovo, e si va avanti. Sempre. Io ci sono Chiara, un abbraccio grande grande <3

    RispondiElimina
  7. Una citazione senz'altro intensa.
    Di momenti così ne ho vissuti parecchi quest'anno. Avrei voluto con tutto il cuore che fossero gli altri a doversene occupare perchè sapevo di poterli affrontare ma la diffocoltà mi toglieva il respiro.
    Quindi ti capisco in pieno!

    RispondiElimina
  8. Questa rubrica è molto carina e la tua lettera è molto toccante T^T *tira su col naso* Abbraccione coccoloso!! <3

    RispondiElimina