lunedì 29 gennaio 2018

Review Party "Se ti accorgessi di me" di Sharon Huss Roat

Buongiorno, oggi partecipo a questo Review Party


Il libro esce oggi, passate dai vari blog a leggere le loro opinioni, ognuna di noi poi ha approfondito un argomento inerente la lettura.

Autrice: Sharon Huss Roat
Titolo: Se ti accorgessi di me
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018
Pagine: 416

Trama:
Scioccante come Tredici
Emozionante come Colpa delle stelle
L’unico modo per essere notata è nascondere chi sono davvero 
L’ansia sociale di Vicky Decker l’ha spinta a elaborare complicate strategie per passare inosservata e non essere mai al centro dell’attenzione. L’unica con cui riesce a essere se stessa è la sua amica Jenna. Quando Jenna si trasferisce, però, Vicky rimane completamente sola e per combattere quell’isolamento ormai insostenibile, decide di creare una falsa identità sui social, ritoccando le foto di altre persone come se fossero sue e postandole sul profilo Instagram @vicurious. Improvvisamente comincia ad avere dei follower e ben presto si ritrova a vivere una vita parallela, senza nemmeno aver lasciato la sua cameretta. Ma più cresce il numero dei follower e più le diventa chiaro che ci sono moltissime persone, là fuori, che si sentono esattamente come lei: #sole e #ignorate nella vita reale. Per aiutare loro, e se stessa, dovrà rendere la sua realtà virtuale molto più reale…
Scoprire di voler essere se stessi è la sfida più importante




Sono sempre più convinta che all'interno della Casa Editrice Newton Compton ci sia qualcuno che vuole boicottare o che non ha capito nulla di ciò che viene pubblicato. Quando mi hanno proposto di leggere questo libro non esisteva ancora la cover e quindi, per fortuna, non sono stata condizionata. Questa copertina non c'entra nulla! Così come il titolo. 
Questo non è un romance ma uno young che tratta temi molto delicati e lo fa in maniera superba. Che ci sia anche una storia di sottofondo è un contorno, ma non è alla base di tutto.
Fatta questa premessa, ci tenevo proprio, ora posso parlarvi di questa meraviglia di libro, che mi è piaciuto oltre ogni mia più rosea aspettativa.
Mi chiedo se un giorno scopriranno che internet in qualche modo dà dipendenza, tipo le sigarette. Altrimenti come potrebbe continuare ad attiraci nel modo in cui lo fa? Non può essere solo la paura di essere tagliati fuori. O no?
Vicky è una ragazza che ha un problema. Non è semplicemente timida, come la definisce sua madre, ma ha proprio serie difficoltà a relazionarsi con gli altri che si trasformano in malesseri fisici. La situazione poi degenera perché la sua unica amica, Jenna, si trasferisce e lei può solo più contattarla virtualmente. Per una serie di motivi Vicky crea un account Instagram inventato, un avatar di come vorrebbe essere, per non sentirsi più così sola. Quello che scopre la sconcerta, non solo non è l'unica a sentirsi così, ma proprio degli insospettabili hanno problemi simili ai suoi.

Questo libro tratta un tema molto delicato che, da madre di due ragazzini quasi adolescenti, mi ha spaventata non poco. L'isolamento sociale, la difficoltà nelle relazioni e l'utilizzo dei social per supplire le carenze. La cosa che più mi ha colpita è che Instagram non viene demonizzato, non è un insieme di frasi fatte in cui far ricadere tutte le colpe sul progresso. Viene presentato come uno strumento da utilizzare, facendo però anche notare i possibili pericoli.
Proprio l'assenza di buonismo, unito soprattutto alla mancanza di giudizio, mi ha reso questa lettura accattivante. Non sono riuscita a staccarmi dalle pagine, l'ho divorato in pochissimo tempo.

La tematica è molto moderna e purtroppo anche decisamente diffusa. È bene parlarne e cercare di capire meglio la questione. Forse per la mia età o anche per il mio carattere mi sono ritrovata nella madre, che subito non capisce questa figlia così diversa da lei e dalle sue aspettative. In più la tecnologia non è così facile da capire e quindi sbaglia, in buona fede ma lo fa.

La caratterizzazione dei personaggi è fatta molto bene, tutto ruota intorno a Vicky ma io me li sono immaginati tutti, molto possibili, reali. Tutti esempi di ragazzi di quell'età, con problemi e passioni e difficoltà nell'esprimere il tumulto di sentimenti che provano.
A volte bisogna lasciar capitare le cose.
Lo stile è avvincente e semplice, adatto sia ai ragazzi che agli adulti.
Pian piano durante la lettura mi sono affezionata aVicky e ho provato empatia nei suoi confronti. Avrei voluto scrollarla ma anche poterla capire meglio. È fragile ma non una lagna.

La storia mi ha coinvolta tantissimo e in un certo senso è stata anche istruttiva. Ne consiglio la lettura a tutti, ragazzi e genitori, perché sapere di non essere soli a volte è sufficiente.
Voto:


Vorrei spendere due parole in più parlando di amicizie virtuali: spesso si pensa a internet e ai social come luoghi irti di insidie. Non nego che sia anche così, ma non è solamente questo. Non è solo esibizionismo e pericolo. Negli ultimi anni passo molto tempo a chattare con amicizie virtuali, nate sul web. Tutto è iniziato grazie alla mia passione per la lettura. Spesso nel quotidiano non riesco a parlare come vorrei di cosa leggo e molte volte devo limitarmi perché non è una passione così condivisa tra le persone che frequento. Ho scoperto invece tramite facebook che moltissima gente la pensa come me e ha bisogno di esternare il proprio pensiero (questo angolino nasce proprio da questa esigenza). Ho così iniziato a relazionarmi in maniera virtuale con persone che sono poi diventate amiche. Alcune ogni tanto ho la fortuna di incontrarle fisicamente, con altre ancora non è successo, ma se ho un problema spesso la prima cosa che faccio è sfogarmi in chat. Serve, tantissimo, queste persone sono Amiche con la A maiuscola, con loro sono me stessa al 100%, mi conoscono meglio di altri. Siamo anime affini, ci siamo scelte e ringrazio ogni giorno il progresso tecnologico per questo.

Voi avete amicizie così?

Non giudicate questo libro dalla copertina e leggetelo, ve lo consiglio proprio.

16 commenti:

  1. Effettivamente troppe cover non sono azzeccate per il contenuto, molto sbagliato! Questo libro mi ha incuriosito da subito già dall'incontro con la Newton a cui ho partecipato. Lo devo leggere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devi leggerlo, sul serio! In questo caso è proprio la cover sbagliata

      Elimina
    2. Io volevo leggerlo, se lo consigli anche tu sono più invogliata a prenderlo. I miei figli sono nel pieno della fase chiamata adolescenza...

      Elimina
    3. Leggilo Manu, fa bene, aiuta. Parti però sapendo che non è un romance

      Elimina
  2. Che belle le tue parole Chiara sulle amicizie virtuali. La penso come te. Grazie alla blogosfera ho instaurato bellissimi rapporti e ne sono davvero felice. Le amicizie virtuali sono vere e molto belle e sono contenta di averle fatte. Sono contenta anche di chiamare te Amica ^-^
    Riguardo al libro mi ispira moltissimo e dopo la tua recensione ancora di più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tu sei tra le mie Amicizie virtuali importanti! Se ti capita leggilo Susy, è un libro molto interessante

      Elimina
  3. Bella recensione, sono d'accordo su tutto! Abbiamo entrambe approfondito un aspetto positivo dei social network, che poi è quello che, secondo me, fa questo romanzo. Un libro davvero bello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Veronica! Ha colpito anche me questo aspetto e l'ho molto apprezzato

      Elimina
  4. Ciao Chiara! Sono d'accordissimo con te! Anche tra le mie amicizie non ci sono molti lettori e invece sui social ho conosciuto, e anche incontrato, tantissime persone che condividono la mia stessa passione per la lettura. Persone meravigliose aggiungerei! Quindi si non dobbiamo solo basarci sugli aspetti negativi dei social network ma anche pensare che ci ha permesso di allargare le nostre conoscenze.
    Margherita del blog Esmeralda viaggi e libri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Margherita, è bello questo messaggio che lascia

      Elimina
  5. Ciao cara! Sono Helena del gruppo di lettura dedicato a Shatter me ;) sono passata dal tuo angolo letterario e ho deciso di aggiungermi ai tuoi lettori fissi! Se ti va, ricambia, puoi trovarmi qui: www.helenarrazioni.blogspot.it
    Ti aspetto ♡

    RispondiElimina
  6. Ciao, prima di leggerlo ci metterò sopra la mia stoffertina! Così lo leggo in pace e non vedo la cover. ih ih
    Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lea, è una bella idea, brava! Secondo me a te questo libro piacerà tantissimo

      Elimina
  7. Stavo guardando i vari libri che ho nella mia infinita lista (colpa tua e di Dolci e ora anche Laura) e ho visto questo libro, sai cosa mi ha detto di prenderlo in considerazione? la copertina!!! Poi leggo la tua recensione e parti dicendo che non c'entra niente... assolutamente devo leggerlo!!! Finito quello che sto leggendo ora attacco con questo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah. La cover non ci azzecca nulla, non è un romance. Ma leggilo Manu, merita veramente

      Elimina