mercoledì 11 aprile 2018

Recensione "Warcross" di Marie Lu

Buongiorno lettori oggi vi parlo di questa meraviglia, un libro che non mi è soltanto piaciuto, molto molto di più, una lettura che mi ha inchiodata al kindle fino a notte fonda, impossibile da mollare.

Autrice: Marie Lu
Titolo: Warcross
Editore: Piemme 
Data di pubblicazione: 3 aprile 2018
Pagine: 323

Trama:
La mania ha preso piede dieci anni fa, e oggi Warcross conta milioni di fan in tutto il mondo. Per alcuni rappresenta una via di fuga dalla realtà, per altri una fonte di profitto. La giovane hacker Emika Chen sbarca il lunario braccando i giocatori entrati nel giro delle scommesse illegali. Ma l'ambiente dei cacciatori di taglie, oltre a essere pericoloso, è molto competitivo. Sempre al verde, per racimolare una somma di denaro di cui ha urgentemente bisogno, Emika hackera la partita inaugurale del Campionato di Warcross e, senza volerlo, si ritrova dentro il gioco. È certa che il suo errore le costerà l'arresto, e l'ultima cosa che si aspetta è la telefonata del creatore di Warcross, l'affascinante miliardario giapponese Hideo Tanaka, con una proposta impossibile da rifiutare. Un volo per Tokyo ed Emika si ritrova catapultata nel mondo che fino a quel momento aveva solo potuto sognare. Ma presto le sue indagini sveleranno l'esistenza di un oscuro complotto le cui implicazioni vanno ben oltre i confini dell'universo di Warcross. In questo thriller fantascientifico il lettore ritroverà le atmosfere distopiche di Ready Player One e Hunger Games, in un mondo dove la più grande scommessa è scegliere di chi fidarsi.

Sono ancora scossa da questo libro ma ho proprio bisogno di parlarvene. Se poi mi vedrete andare in giro con i capelli a ciocche di diverse colori non preoccupatevi, è solo la fangirl che alberga in me.

Warcross è ufficialmente l'evento più importante al mondo.
Inizio col dire grazie, a Marie. Sì grazie perché questo libro è un omaggio a tutti noi nerd, fan di videogiochi e fantascienza. Leggendolo mi sono sentita a casa, ho colto i riferimenti, li ho confrontati con tutto il mio specifico bagaglio culturale.
Sembra proprio un omaggio a ciò che più ha rappresentato per me l'universo nerd. Parlandone tra amiche che l'hanno letto abbiamo trovato diversi riferimenti: al quidditch, a Matrix, a Ritorno al futuro, pure a Asimov sul finale. Ma non ha il sapore della scopiazzatura, bensì dell'elogio, un voler proprio rendere omaggio. Già solo per questo merita tutto il mio rispetto.
Ma Warcross non è solo questo. È una storia complessa in cui la scienza e la fantascienza si fondono, in cui il coraggio è necessario ma la vera forza motrice è la generosità.
"Tutto è fantascientifico finché qualcuno non lo trasforma in scienza"
Marie Lu ha creato un mondo visionario, molto credibile, in cui la realtà reale e quella virtuale si confondono, in cui ognuno può osare nel gioco ma in qualche modo questo prende il sopravvento sulla vita.
La trama è molto articolata e l'ambientazione delucidata molto bene. Io che non sono proprio giovanissima ho capito le spiegazioni e non ho mai avuto un senso di smarrimento.

Sono stata catturata dagli avvenimenti. Ho iniziato il libro e subito mi sono dimenticata di tutto il resto, compreso bisogni primari come per esempio dormire. Mi ha coinvolta come non mi capitava da molto, dovevo leggere, dovevo sapere. Ho divorato il libro in un giorno (e parte della notte, ma sono dettagli), assolutamente mi è risultato impossibile fermarmi fino alla fine.
E che finale! Ammetto che avevo subodorato qualcosa, i vari colpi di scena non sono proprio stati così sconvolgenti ma lo stesso mi hanno spiazzata. Avendo letto molta fantascienza, soprattutto da giovane, qualcosa me l'aspettavo ma comunque in una storia così moderna e particolare ha assunto tratti a me molto cari.
Nel mondo,  chiunque è collegato in qualche modo a chiunque altro.
Lo stile della Lu poi mi ha piacevolmente stupita: dopo La battaglia dei pugnali ero titubante ma secondo me questo libro è ancora un gradino più in alto persino di Legend.

Il punto di forza maggiore però se lo giocano ambientazione e personaggi. L'ambientazione è innovativa anche se le spiegazioni sono alla portata di tutti. Idea geniale e molto realistica, spiegata benissimo e senza annoiare. Chapeau davvero.
Ma Emika, la protagonista, cosa non è. Il mio bisogno di emularla, magari propri con i capelli, nasce dalla profonda empatia che ho provato nei suoi confronti, da tipo la seconda riga e fino alla fine. Eroina moderna, modesta e pungente, con quel tocco di ironia che me l'ha fatta apprezzare ancora di più. Bisognosa di affetto ma con una forza d'animo sorprendente e una generosità che unita alla sua etica la rendono unica. Mi è piaciuta tantissimo, non può non piacere.
In generale però tutti i personaggi sono caratterizzati benissimo anche quelli che per ragioni di copione devono essere più misteriosi. Li avevo ben impressi nella mente tutti, come se fossero amici.
Al buio, qualunque cosa somiglia a un mostro.
Mi sono dilungata parecchio ma potrei parlarvene per ore e ore, senza stancarmi mai. Mi sento quasi abbandonata ora, devo leggerne ancora, devo sapere cosa accadrà nel seguito, perché sì il seguito è obbligatorio. A costo di andare sotto casa di Marie, con i miei futuri nuovi capelli multicolore.
Voto:

Più che una recensione sembra un delirio ma dovete leggere questo libro, davvero! Anche se solitamente non amate la fantascienza o la distopia, anche se vi sembra una cavolata, fidatevi, non lo è affatto. Sarà un'esperienza meravigliosa (sonno a parte).
Io già ora avrei voglia di rileggerlo.

Immagini prese da Pinterest

22 commenti:

  1. Risposte
    1. ne sono proprio felice, grazie. Leggilo e innamorati anche tu, poi piuttosto facciamo gruppo di supporto tutte insieme

      Elimina
  2. Mi arriva oggi!!!!!!
    Waaa un gradino sopra Legend? Ottimo allora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me assolutamente sì. Mi dirai presto allora

      Elimina
  3. Legend non l'ho letto, ma con questa recensione ho gli occhi a cuore! Mi hai fatto venire voglia di leggerlo!

    RispondiElimina
  4. Mi ispira davvero un sacco, e avendo apprezzato particolarmente la trilogia di Legend della Lu, spero di leggerlo al più presto :)

    RispondiElimina
  5. Leggete questo libro! *clava clava clava* ahahah ottima recensione tesoro! Io sono a più di metà solo perché ho un lavoro nel frattempo XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. smettila di dormire, mangiare, far altro e leggi! #laclavavasemprebene

      Elimina
  6. Le tue recensioni mi convincono sempre! Un altro libro aggiunto alla miriade che devo leggere ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Meshua, mi fa piacere. Leggilo, merita un sacco

      Elimina
  7. Sai già come la penso. Super approvato e non vedo l'ora di avere tra la mani Wildcard!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. facciamo picchetti sotto casa della Lu? Io sono pronta

      Elimina
  8. Adorato!!!!! Ora voglio il secondo ;) ps comunque ti ho nominata qui https://ilregnodeilibri.blogspot.it/2018/04/my-world-award-2018.html

    RispondiElimina
  9. E io mi vado a nascondere, che ho ancora da finire The Young Elites...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Katerina quel libro a me non è proprio piaciuto infatti ero dubbiosa per questo

      Elimina
  10. Mi hai avuta alla citazione di Matrix! :D Poi tutto il resto... okay devo leggerlo. In wish list!!! ^_^

    RispondiElimina